Organizzazione del pronto soccorso aziendale – obblighi

Art. 2. Organizzazione di pronto soccorso

1. Nelle aziende o unità produttive di gruppo A e di gruppo B, il datore di lavoro deve garantire le seguenti attrezzature:

a) cassetta di pronto soccorso, tenuta presso ciascun luogo di lavoro, adeguatamente custodita in un luogo facilmente accessibile ed individuabile con segnaletica appropriata, contenente la dotazione minima indicata nell’allegato 1, che fa parte del presente decreto, da integrare sulla base dei rischi presenti nei luoghi di lavoro e su indicazione del medico competente, ove previsto, e del sistema di emergenza sanitaria del Servizio Sanitario Nazionale, e della quale sia costantemente assicurata, la completezza ed il corretto stato d’uso dei presidi ivi contenuti;

b) un mezzo di comunicazione idoneo ad attivare rapidamente il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale.

2. Nelle aziende o unità produttive di gruppo C, il datore di lavoro deve garantire le seguenti attrezzature:

a) pacchetto di medicazione, tenuto presso ciascun luogo di lavoro, adeguatamente custodito e facilmente individuabile, contenente la dotazione minima indicata nell’allegato 2, che fa parte del presente decreto, da integrare sulla base dei rischi presenti nei luoghi di lavoro, della quale sia costantemente assicurata, in collaborazione con il medico competente, ove previsto, la completezza ed il corretto stato d’uso dei presidi ivi contenuti;

 b)  un  mezzo  di comunicazione idoneo ad attivare rapidamente il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale.

  3.  Il  contenuto  minimo  della  cassetta di pronto soccorso e del pacchetto  di  medicazione, di cui agli allegati 1 e 2, è aggiornato con  decreto dei Ministri della salute e del lavoro e delle politiche sociali tenendo conto dell’evoluzione tecnico-scientifica.

  4.   Nelle   aziende   o  unità  produttive  di  gruppo  A,  anche consorziate,  il  datore  di  lavoro,  sentito  il medico competente, quando  previsto,  oltre alle attrezzature di cui al precedente comma 1,  è  tenuto  a  garantire  il  raccordo  tra  il sistema di pronto soccorso  interno  ed  il  sistema  di  emergenza sanitaria di cui al decreto   del  Presidente  della  Repubblica  del  27  marzo  1992 e successive modifiche.

  5.  Nelle  aziende  o  unita’  produttive  che hanno lavoratori che prestano  la  propria attivita’ in luoghi isolati, diversi dalla sede aziendale  o  unita’  produttiva,  il  datore  di  lavoro e’ tenuto a fornire  loro  il pacchetto di medicazione di cui all’allegato 2, che fa  parte  del  presente decreto, ed un mezzo di comunicazione idoneo per  raccordarsi  con  l’azienda  al  fine di attivare rapidamente il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazional

Condividi articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email